UN TIRO DA TRE PUNTI

10 02 2014

Inter – Sassuolo 1 -0  e con i tempi che corrono…tanta roba.  Non una partitona da ricordare ma tre punti da mettere in cassaforte. La prima vittoria del 2014 contro la squadra che nelle ultime  9 partite ha perso 8 volte, ma guai a fare gli schizzinosi, tutto oro. In uno Stadio semi vuoto, chi ha risolto la partita è stato un’altro colosso della Leggenda interista, quel taciturno ma tanto concreto di  Samuel che con la fascia da capitano al braccio ha dato sicurezza ed infilato con una legnata di testa il povero Pegolo colpito come da un proiettile.  Una stecca, una sberla, un colpo che vale tre punti, punti che regalano ossigeno ad una squadra dal fiato corto. Samuel è stato chiamato e lui ha risposto alla grande, da campione, ferito dai continui acciacchi ma sempre da campione. The Wall  ha anche salutato dicendo che questo potrebbe essere l’ultimo anno in nerazzurro ma da vero uomo farà di tutto per “raccogliere altre soddisfazioni” in nerazzurro. Un grande! Tutti aspettavamo Hernanes e qualcosa si è visto ma attendiamo le prossime partite per giudicare, ora avrà bisogno di tanta fiducia. E’ tornato, anche se non se ne era mai andato, GUARIN. Il pubblico lo ha accolto bene e lui ha ripagato con una buona prestazione, ora aspettiamo altre prove impegnative per stringerci la mano. Chi ieri sera ha toppato è stato il Grandissimo Diego Milito, le due occasioni d’oro sprecate non sono da lui.  E’ vero, per gli attaccanti ci sono periodi così, ma cominciamo a preoccuparci, lo vediamo in affanno. Sappiamo anche che basta una rete per dare la scossa, quindi PRINCIPE, FACCI UN GOL!

Sabato siamo a Firenze dove ci aspetta un’ottima squadra, in  campo storicamente difficile ed un ambiente particolarmente caloroso, noi chiediamo solo di giocarcela, di lottare fino alla fine proprio come Samuel, The Wall.