mezzo MIRACOLO A MILANO

15 03 2013

Mezzo miracolo a Milano. Rimonta quasi perfetta, quasi.  Dopo più di 120 minuti è rimasto il rammarico di non aver dato il colpo di coda finale in una serata magica. Bella prestazione con tanto cuore e grande grinta. Usciamo dall’Europa League con una bella vittoria ma soprattutto a testa alta, altissima. Finalmente, fin dai minuti iniziali, abbiamo visto in campo la voglia di lasciare il segno, di soprendere, si stupire. Recentemente abbiamo assistito a prime frazioni di gioco disarmanti, apatiche, preoccupanti, assurde. L’Inter vista ieri sera era un’altra INTER  rispetto a quella vista contro Tottenham, Bologna, Siena, Fiorentina dove c’era il nulla. Finalmente STRAMA ha messo in campo gli uomini migliori e guarda caso il risultato è stato ottimo ed abbondante. E’ vero, gran parte dei giocatori saranno stanchi domenica contro la Samp ma con qualche rientro, chi ha giocato 120 minuti avrà modo di rifiatare:  Schelotto, Stankovic, Kuzmanovic, Rocchi,Pereira potranno dire la loro e dare del loro. Un plauso particolare a quel ragazzotto croato di 19 anni che ha deliziato i nostri occhi, Mateo KOVACIC. Nonostante la tenera età s’è preso l’Inter per mano e l’ha guidata verso la rimonta dimostrando quelle qualità di regista che tanto servivano al nostro centrocampo. Piedi, testa, tecnica, visione di gioco, grinta, personalità, questo è KOVACIC. Una “standing ovation” anche a quell’ex-ragazzotto di Bari Vecchia che quando tocca palla ti fa amare sempre di più il gioco del calcio, ANTONIO CASSANO detto FAN TANTONIO DA BARI. Avrà il suo caratterino (ognuno di noi ha il suo) ma sta di fatto che con i piedi è una delizia. Ieri sera con una prestazione  straordinaria ha regalato alla platea, gol, assist e classe pura. E Jonathan? ma quando mai l’ avevamo visto così reattivo, attento e preciso?

Questa è la conferma che la squadra c’è e con gli uomini che abbiamo possiamo toglierci soddisfazioni e sassi dalle scarpe. Dobbiamo crederci e crederci ancora perchè gli scarsi sono altri. Possiamo anche perdere ma l’importante è aver giocato fino in fondo la nostra partita con crampi e dolori finali ma almeno ce la siamo sudata.  Noi come il PRESIDENTE dobbiamo ritenerci orgogliosi di prestazioni così avvincenti, prestazioni da INTER!

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: