Gironi EUROPA LEAGUE 2012/2013

31 08 2012

Dopo aver ottenuto la qualificazione contro l’FC Vaslui nei playoff, l’Inter è stata inserita nel Gruppo H insieme ai russi del Rubin Kazan, al Partizan Belgrado e al club azero del Neftchi Baku PFC. I nerazzurri hanno già affrontato il Rubin Kazan nella stagione 2009-2010 nella fase a gironi della Uefa Champions League, pareggiando 1-1 nella gara di andata (29-9-2009) e vincendo 2-0 al “Meazza” (9 dicembre 2009). Con il il Partizan Belgrado risalgono invece alle stagioni 1963-62 e al 1990-91. Valeva per l’andata dei quarti di finale di Champions League il match disputato il 26 febbraio 1964 a Belgrado, che i nerazzurri vinsero 2-0 grazie alle reti di Jair e Mazzola; per il ritorno, quello del 4 marzo, giocato al “Meazza”, con l’Inter ancora vincente per 2-1 (reti di Corso e Jair).
Nel 1990, invece, si trattava degli ottavi di finale della Coppa Uefa: vinse 3-0 l’Inter il 28 novembre con i gol di Matthaus, Mandorlini e Bianchi, mentre finì in pareggio (1-1) il match di ritorno a Milano.

Nessun precedente invece con il Neftchi Baku PFC.

 

Questa la composizione di tutti i gironi: 

GRUPPO A – Liverpool (Ing), Udinese Young Boys (Svi), Anzhi (Rus)

GRUPPO B – Atletico Madrid (Spa), Hapoel Tel Aviv (Isr), Viktoria Plzen (R. Cec), Academica (Por)

GRUPPO C – Marsiglia (Fra), Fenerbahce (Tur), Mönchengladbach (Ger), Limassol (Cip)

GRUPPO D – Bordeaux (Fra), Brugges (Bel), Newcastle (Ing), Maritimo (Por)

GRUPPO E – Stoccarda (Ger), Copenaghen (Dan), Steaua Bucarest (Rom), Molde (Nor)

GRUPPO F  – PSV Eindhoven (Ola), Napoli, Dnipro (Ucr), Aik Stoccolma (Sve)

GRUPPO G – Sporting Lisbona (Por), Basilea (Svi), Genk (Bel), Videoton (Ung)

GRUPPO H – INTER, Rubin Kazan (Rus), Partizan Belgrado (Ser), Neftchi Baku (Aze)

GRUPPO I – Lione (Fra), Bilbao (Spa), Sparta Praga (R. Cec), Hapoel Shmona (Isr)

GRUPPO J – Tottenham (Ing), Panathinaikos (Gre), Lazio, Maribor (Slo)

GRUPPO K – Bayer Leverkusen (Ger), Metalist (Ucr), Rosenborg (Nor), Rapid Vienna (Aut)

GRUPPO L – Twente (Ola), Hannover (Ger), Levante (Spa), Helsingborg (Sve)

[FOTO Venerdì, 31 Agosto 2012 13:53]





UNA LACRIMA DICE PIU’ DI OGNI PAROLA

31 08 2012

 

Che serata! Che emozioni! E’ il periodo degli addii per chi è entrato nella NOSTRA LEGGENDA ed ha contribuito ad emozionarci. Julio Cesar, Maicon e Lucio, brasiliani tanto diversi tra loro ma con un punto fermo, il più importante, hanno giocato nell’ ‘INTER DEI SOGNI.  Julio ha pregato il PRESIDENTE per poter salutare da eroe il suo pubblico ed il suo stadio. Julio che non ha potuto trattenere le lacrime alla vista del suo commosso ed orgoglioso popolo nerazzurro. Julio che abbiamo visto in sette anni piangere, urlare, combattere, lottare per la sua e nostra INTER. Un uomo vero, un campione vero che ha capito quanto sia importante la passione per un obiettivo comune.  Julio Cesar ha semplicemente dimostrato rispetto e gratitudine per chi spesso l’ ha osannato e raramente criticato, ha capito che il calcio è sì un gioco ma colmo di  passione. Il nostro “acchiappasogni” va via lasciando ricordi stupendi che resteranno indelebili nella nostra memoria nerazzurra.

Anche Colosso MAICON è andato, questa volta non sulla fascia ma in Premier. Ci mancherà la sua classe, l’allegria, la pazzia, gli sguardi, la sua faccia, il suo amore per la vittoria, il suo amore per l’INTER. Come dimenticare i gol contro juve e Barcellona, come scordare i suoi siparietti dopo un fallo laterale o un gol da urlo oppure le svirgolate dopo aver arato tutta la fascia. Resterai anche tu per sempre nei nostri CUORI NERAZZURRI! Grande MAICON!

Anche LUCIO  non c’è più e visto che dice in giro che” non gli siamo stati riconoscenti” (noi o lui?)  non merita certo  altre considerazioni.

Ha detto bene il PRESIDENTE: ” Per JULIO e MAICON, l’INTER sarà sempre la loro casa”

GRAZIE DI TUTTO RAGAZZI!  

P.S.  Julio per favore, se vedi Lucio, Muntari o Ibrahimovic, spiegagli cosa significa essere  leali e rispettosi nei confronti di una Società come l’INTER  ed i suoi tifosi che tanto hanno dato, anche a loro. Grazie Julione…anche per le lacrime sincere che hai versato…..

 





Campionato Primavera TIM / INTER – CHIEVO a Desenzano

30 08 2012

Sabato 1° settembre, i ragazzi della Primavera saranno a Desenzano del Garda allo stadio comunale “Ghizzi”, per affrontare alle ore 15 i pari età del CHIEVO, nella seconda giornata del Campionato Primavera TIM. L’incontro sarà un importante test in vista della Supercoppa Italiana del 5 settembre, contro la ROMA. 

 





.

29 08 2012





Europa League – Vaslui-Inter 0-2

23 08 2012

Si torna dalla Romania con un buona vittoria per 2 a 0 sul Vaslui. Grosso passo in avanti verso la qualificazione alla fase  a gironi, ai ragazzi basterà non ripetere quanto di obrobrioso avevamo visto contro l’ Hajiduk. Le cose stanno cambiando di giorno in giorno ed i recenti nuovi innesti non faranno altro che bene ad una squadra che comincia ad  assumere una propria identità. Belli e pesanti i gol di CAMBIASSO e PALACIO, WES delizioso con i suoi assist al bacio, RANOCCHIA in gran spolvero, CASTELLAZZI sempre pronto e ZANETTI (800 partite!) con le batterie sempre cariche. Nell’attesa di chiudere nel migliore dei modi il discorso qualificazione giovedì 30 agosto al Meazza, domenica si parte con il Campionato 2012/2013 e l’unico obiettivo è confermare quanto di buono visto ieri sera con lo stesso carattere e determinazione. FORZA RAGAZZI!! 





BBENE BBENE….PAZZI PER FANTANTONIO

22 08 2012

ANTONIO CASSANO DA BARI  è un giocatore dell’Inter. Il fantasista pugliese è giunto alla corte di STRAMA dopo uno “scambio” con PAZZINI. Arriva un tifoso dai toni accesi, dalle battute colorite e dai piedi sopraffini. Non più giovanissimo  (30 anni)  incanta ancora con assist al bacio.  Gira che tirigira è arrivato nella sua squadra del cuore (non è una battuta!),   dopo tanti anni avrà, oltre al sangue, anche la maglia color nerazzurro. E’ vero, ha passato 19 mesi al Milan ma chi non commette errori nella vita?…importante è capire e rimediare.
Intensa la sua carriera fatta sì di giocate eccezionali ma anche di diversi alti e bassi, certamente con un numero di soddisfazioni non proporzionali al talento espresso sul campo.  Cassano arriva anche dopo quella brutta disavventura patita la scorsa stagione, con l’intervento al cuore e il conseguente lungo stop. Salutiamo PAZZINI che nelle sue prime apparizioni tanto ci piaceva, gli saremo sempre grati per quel gol-scudetto-miracolo da Doriano contro la Roma che segnò l’inizio del LEGGENDARIO TRIPLETE… ma da oggi sarà un avversario da rispettare.

[FOTO Mercoledì, 22 Agosto 2012 12:17]





.

22 08 2012