INTER – CSKA GRATIS PER I SOCI JUNIOR!

24 11 2011

 

Ricordiamo a tutti i Soci Junior 2011/2012 che potranno assistere gratuitamente alla partita di

 Champions League INTER- CSKA MOSCA

 del 7.12.2011 ore 20.45

 Per l’occasione l’INTERCLUB DESENZANO ha noleggiato un pulman (partenza dal cimitero di Desenzano alle 15,45 al costo di € 15,00), per partecipare tutti insieme all’evento. I ragazzi saranno accompagnati dai nostri responsabili ed assisteranno alla partita nel 1° anello arancio dello Stadio Meazza. Considerando i posti limitati e la data (il giorno dopo non ci sarà scuola!)  chiediamo agli interessati di contattare fin da subito i referenti per le adesioni.

Coloro che non hanno ancora di effettuato il tesseramento 2011/2012, sono inviati ad iscriversi per poter partecipare all’iniziativa. Ricordiamo che il costo della tessera è di € 10,00 ed è comprensivo dei seguenti gadgets:

Tesseramento Junior (14 anni non compiuti)
– tessera CCIC
– pallone
– distintivo
– poster
– sacca sportiva

 

Annunci




MISSIONE COMPIUTA

23 11 2011

Missione compiuta! Con il pareggio in terra Turca abbiamo vinto il nostro girone ed  approdiamo agli ottavi di finale di Champions League . Voi direte – “e vorrei vedere”- ma per come s’era messa fin dalla prima partita in casa proprio contro il Trabzonspor……..

Importantissimo arrivare al sorteggio primi del Girone. Ad oggi evitiamo Bayern Monaco, probabilmente il Manchester United, il Real del Grande Mou, forse il Chelsea, l’ Arsenal. Per ovvi motivi questa sera si  tiferà Barça, non per altro, ma dobbiamo spingerli per vincere il loro girone……non per altro. Seconde potrebbero essere (a parte Milan e Napoli)  Basilea, Ajax, Valencia, Marsiglia e Apoel. Squadre abbordabili ma lo Schalke dell’ anno scorso suggerisce prudenza. Ora fino a febbraio 2012 dobbiamo concentrare tutte le forze sul Campionato, la classifica è ancora precaria ma  qualche buon segnale comincia ad arrivare dai GIOVANI e da quel pizzico di buona sorte (palo dei turchi da brivido!) che se c’è non guasta mai.

DAI RAGAZZI FORZA!!





CONI: Scudetto 2006? Adesso Basta!

16 11 2011

Finalmente il Presidente Federale Giancarlo Abete, comincia a sbottare. Ora che A.A. ha chiesto di passare alla cassa  (chiesti  € 443.725.200,00 di danni), la Federazione si agita. Meglio tardi che mai, ma una parolina al presidente della società torinese, che si vanta di rappresentare uno stile, forse era il caso di dirla prima.  Sono 29! non gli scudetti ma gli anni accumulati dalla sentenza di Moggiopoli! Eppure all’inaugurazione del nuovo stadio di Torino nessuno della Federazione aveva obiettato all’errore di stampa: GLI SCUDETTI NON SONO 29. Ora ci si accorge che “tutti questi contenziosi non fanno altro che tentare di mutare la verità emersa da Calciopoli e qualcuno (vogliamo nome, cognome e indirizzo) intende far diventare il calcio un qualcosa di addetto ai tribunali ed alle cause. Le responsabilità di quanto accaduto in passato sono chiare a tutti”…. ma dai!!!?? Lo diciamo da anni. E’ intervenuto anche Gianni Petrucci del CONI: “Io non ci sto a quanto sta accadendo al mondo del calcio. Basta, non ne posso più: i giornali sono pieni ormai di aspetti giuridici più che sportivi. Il calcio di oggi è malato di doping legale, di assenza di etica, mancanza di rispetto delle regole. Oggi chi grida di più pensa di vincere, ma i prepotenti non prevarranno (ad A.A. fischiano le orecchie?). Dopo anni scopriamo regole che esistono da sempre che per qualcuno non valgono più. Oggi l’eroe è l’aggressore e parlo di quelli che credono di essere furbi e dicono tutto e il contrario di tutto. Lo sport lo stiamo rovinando tutti! Se si pensa che chi alza la voce abbia gli attributi non si va lontano. Noi metteremo delle regole per porre fine all’arroganza!”. Sulla diatriba Inter-Juventus: “Ieri c’è stata un’ulteriore sentenza; e allora, che senso ha proseguire? Si deve pensare che chi fa un passo indietro ne fa due avanti. Si abbia l‘intelligenza di fermarsi. Questo è un appello, ma ormai non so che senso abbia farli…”. E sullo scudetto 2006: “Io sono d’accordo con quello che ha fatto la Federcalcio; perché deve essere sbagliata la decisione della Figc se viene confermata da un tribunale sportivo? Mi dimostrino che questa decisione non sia giusta. I ricorsi durano anni, che facciamo continuiamo a insultarci?”. Incalzato sullo scudetto 2006 afferma altresì: “Io non ho forza di decreto. Ci sono sentenze, ci sono decisioni che dicono questo, per me il discorso è chiuso. Chi vuole aprirlo lo riapra, ma sappia che minerà la serenità del calcio italiano. Oggi non c’è più etica né fair-play”. E incalzato sul sentimento dei tifosi juventini, Petrucci ha chiuso con un ulteriore appello: “Siano meno tifosi e più gente di buon senso, se si è troppo tifosi non si va da nessuna parte”. Chiare le affermazioni del Presidente del CONI, speriamo che siano chiare per tutti!

Forse in un tempo lontano guardavamo al fantomatico stile Juventino con rispetto, ma oggi stiamo assistendo ad un triste spettacolo probabilmente specchio della  precarietà sociale che viviamo anche fuori dallo sport.

SEMPRE NEI SECOLI!! FORZA INTER!! 





.

15 11 2011





“La Juventus è estranea ai fatti”

9 11 2011

Fantastico, sbalorditivo, eccezionale, da non credere, paradossale……boh!Dopo la sentenza del Tribunale di Napoli ecco cosa ha partorito la società  bianconera: «La sentenza odierna afferma la totale estraneità ai fatti contestati e la Juventus, che presso il tribunale di Napoli era citata in giudizio come responsabile civile a titolo di responsabilità oggettiva ai sensi dell’articolo 2049 c.c.
La Juventus proseguirà nelle sue battaglie legittime per ripristinare la parità di trattamento».
Non avete capito male, la Juve non centrava nulla (?!), era tutta una montatura (!?), ma come era così chiaro che non l’avevate capito(!). Parole che suonano come un’affronto al comune senso della ragione, forse per paura di pagare i danni si sono preoccupati dopo pochi secondi di scaricare Big Luciano ed i suoi scagnozzi. Strane parole per chi ha pagato per anni, portandoli sempre sull’altare e riconoscendogli meriti e medaglie, l’ Amministratore Delegato Giraudo Antonio ed il Direttore Generale Moggi Luciano. Questi signori sono stati condannati ed hanno lavorato nella Torino bianconera per 10 lunghi anni, chi ce li ripaga? Altro che 2 scudetti indietro! La chicca questa mattina (perchè solo oggi?) con Moggi che ha dichiarato che le Schede Svizzere erano state acquistate dalla Juventus per combattere  lo “spionaggio industriale” e perchè sapeva d’essere spiato (e bravo! e si dicevano tutte quelle belle paroline). Giornataccia biancoNERA quando anche l’Uefa di Platini comunica che hanno  rigettato  l’esposto della Juventus per l’esclusione dalle coppe europee dell’Inter.

Giusto per chiarire le menti fumose è il caso di ricordare le condanne subite dalla “Juve estranea ai fatti”  e dei suoi Dipendenti:

14 luglio 2006 – Calciopoli (primo grado) – Retrocessione in Serie B con 30 punti di penalizzazione
25 luglio 2006 – Calciopoli (secondo grado) – Retrocessione in Serie B con 17 punti di penalizzazione
27 ottobre 2006 – Calciopoli (arbitrato del CONI) – Retrocessione in Serie B con 9 punti di penalizzazione
18 giugno 2008 – Calciopoli (secondo filone di indagini) – La Juve versa 300 mila euro nella casse della FIGC, patteggiando l’accusa di aver utilizzato schede svizzere per contattare designatori e arbitri.
16 giugno 2011 – Moggi e Giraudo radiati dal mondo del calcio.
9 luglio 2011 – Calciopoli (secondo grado) – confermata la radiazione di Moggi e Giraudo.
18 luglio 2011 – Respinto l’esposto della Juve alla FIGC contro lo Scudetto 2006 assegnato all’Inter.

19 marzo 2008 – Respinto il ricorso al TAR del Lazio di Moggi contro la squalifica in ambito sportivo.
22 maggio 2008 – Respinto il ricorso al TAR del Lazio presentato da “Ego di Napoli” e “Giùlemanidallajuve” contro l’assegnazione dello scudetto 2006 all’Inter.
8 gennaio 2009 – GEA (primo grado) – Moggi condannato a 1 anno e 6 mesi di carcere per violenza privata.
14 dicembre 2009 – Calciopoli (primo grado, rito abbreviato) – Giraudo condannato a 3 anni di carcere per frode sportiva e associazione a delinquere.
8 febbraio 2011 – Respinto il ricorso al TAR del Lazio presentato da “Giùlemanidallajuve”: l’associazione è condannata a pagare un risarcimento a Federcalcio, CONI e Inter.
25 marzo 2011 – GEA (secondo grado) – Moggi condannato a 1 anno di carcere per violenza privata.

8 novembre 2011 – Moggi 5 anni e 4 mesi per associazione a delinquere, interdizione in perpetuo dai pubblici uffici. Daspo di 5 anni.

Risultato:  solo 2 scudetti revocati e solo 1 assegnato all’Inter. 

Abbiamo volutamente evitato ogni commento sui giornali/sti che a seconda dell’onda scrivono a favore di uno o di quell’altro: si commentano da soli.





Ibrahimovic: “All’Inter c’erano clan che odiavo. Moggi? Aveva ragione”

8 11 2011

Rosica e rosica ancora il buon Zlatan. Ibra ne ha anche per l’Inter nel suo libro che tanto scalpore ha fatto per le frasi “d’affetto” per Guardiola. Zlatan avrebbe detto che “all’Inter c’erano odiosi clan che impedivano alla squadra di vincere” (abbiamo vinto 3 scudetti, caspita!). Dice che c’erano “barriere invisibili che bloccavano tutto”. Forse lo svedesone non pensa che il “tappo” forse era lui anche perchè dopo che se n’è andato abbiamo vinto l’inimmaginabile e chissà che sia proprio questo a rodergli tanto. E quando dice che “Moggi aveva ragione” e che la “Juve era troppo forte”?…..Caro Zlatan noi siamo contenti d’averti acclamato nella NOSTRA GRANDE INTER, si proprio quell’Inter che senza aiutini ne televisioni da anni vince tanto. Guarda caso abbiamo cominciato dopo che qualcuno ha tolto il disturbo. Vogliamo solo augurarti tanta serenità ed un caro saluto dai tifosi di quell’Inter che anche tu tifavi quand’eri piccino (lo hai detto tu!……..o anche questa è una delle tue bugie?).

Con affetto.





CALCIOPOLI 2006: CONDANNATI!

8 11 2011

Il giorno della verità è arrivato. Il Tribunale di Napoli ha sentenziato che era tutto vero. Calciopoli c’era eccome.
Moggi Luciano (Condannato a 5 anni e 4 mesi,Daspo e interdizione per i pubblici uffici per associazione a delinquere),Bergamo Paolo(3 anni e 8 mesi), Mazzini Innocenzo(2 anni e 2 mesi),gli arbitri Pairetto (1 anno e 11 mesi senza l’associazione)e Bertini (1 anno e 5 mesi). Condanne per “frode sportiva” anche per Andrea Della Valle e Lotito, entrambi a 1 anno e tre mesi. Stessa condanna anche per Mencucci. Per Meani 1 anno. Assolti: Rodomonti, Fazzi, Fabiani, Mazzei, Scardina, Ambrosino, Ceniccola e Gemignani. Il pm Capuano, che per l’ex direttore generale della Juventus aveva chiesto 5 anni e 8 mesi, si è dichiarato soddisfatto: “Non è stata una farsa, non è stata Farsopoli”. Le motivazioni della sentenza saranno note tra novanta giorni. Il bello è che la Juventus ha comunicato che la sentenza dimostra come la “Juve sia estranea ai fatti”, ma allora i Signori Moggi Luciano e Giraudo Antonio chi erano e chi rappresentavano e cosa facevano nella Juve dei “puri”? Vengono in mente i fiumi d’inchiostro di chi aveva cominciato a cavalcare l’onda del “così facevano tutti”(?!), giusto per vendere qualche copia in più. Le “bombe”, come già fatto notare tempo addietro, a qualcuno sono scoppiate i mano e siamo stufi di farci prendere in giro. Hanno avuto i coraggio di mettere in mezzo chi non c’è più e che della lealtà è diventato icona, Giacinto Facchetti. Un esempio per tutti coloro che  vogliono vincere giocando ad armi pari perchè questa è l’unica legge dello sport. Qualcuno dei condannati chiedeva a Moratti di sedersi ad un tavolo per espiare le proprie colpe (quali?). Ma attenzione attenzione, Signore e Signori siamo in Italia e la condanna è solo di primo grado, da noi tutti prima o poi tornano immacolati, ma almeno oggi fateci gioire perchè abbiamo avuto conferma che non ci inventevamo nulla e quelle che vedevamo sconcertati sui campi di gioco non erano solo brutte supposizioni ma la cruda verità. Noi vogliamo il calcio e basta dove si vince e si perde….però 11 contro 11.